E. Antonelli, Lo spirito meritocratico. Agonismo e giustizia sociale

Autore: | Rubrica: Ricerche | 36 Visite No comments

Abstract

L’agonismo e lo sport risuonano profondamente con la questione del merito. In nessun altro contesto, la meritocrazia è altrettanto esaltata. Tuttavia, quanto capiamo del merito? La meritocrazia è giusta, in almeno uno dei significati di questo termine? A fronte di un’analisi dei suoi valori e delle sue condizioni di possibilità, si propongono alcuni argomenti per mostrare che in realtà la meritocrazia non è giusta – né in termini di giustizia distributiva né connettiva – né meritevole. Se si potesse immaginare un campionato delle ideologie, perderebbe.

Abstract (english)

Agonism and sport resonate with merit. Nowhere as in sports and agonism, meritocracy is so vibrantly endorsed; and no other semantic galaxy is as echoing with merit. Yet, what do we really understand about merit(ocracy)? Is it just in any possible meaning of such term? Through a thorough analysis of its values and conditions of possibility, we show that meritocracy is neither just – not as distributive justice nor as connective justice – nor it is worthy. Thus, should it play a fair ideological competition, it would lose.