J. A. Barash, La memoria collettiva e la configurazione dello spazio pubblico nell’epoca dei mass media

Autore: | Rubrica: Questioni | 89 Visite No comments

Abstract

Nelle sue diverse manifestazioni all’interno delle nostre società di massa contemporanee, a partire da circa un secolo e mezzo, il campo pubblico ha subito una serie di trasformazioni fondamentali, che corrispondono alle metamorfosi dei mass media che costituiscono la fonte principale di comunicazione pubblica. Questo articolo ha per oggetto la trasformazione dei modi di organizzazione dello spazio pubblico, mettendo in rilievo il modo con cui i mass media lo configurano. Secondo il suo principale argomento, il ruolo dei mass media nell’immediata rappresentazione dell’attualità, della “breaking news”, non si limita alla selezione, ricostruzione e comunicazione degli eventi: essi conferiscono a questi un supplemento, per mezzo di un processo di incorporazione simbolica che è loro propria, una visibilità pubblica e li intrecciano nella più vasta trama dell’esperienza e della memoria di gruppo. Questo articolo analizza il ruolo che tale processo riveste per l’identificazione della nuova configurazione dello spazio pubblico tipico dell’epoca contemporanea, mettendo in rilievo i particolari pericoli con cui esso si confronta.

Abstract (english)

For a century and an half, a number of changes, which consist in the metamorphosis of the mass media that are the main source of public communication, occurred to the public domain, in the various forms it takes within our contemporary mass societies. This essay takes into account the transformation that occurred to the ways of organise the public space, emphasising how mass media configure it. According to the main argument of this article, the role of mass media in immediately representing current events, the role of “breaking news”, does not restrict itself to select, to recover and to communicate events: mass medias add something to this events by a process of symbolic incorporation, which is characteristic of them, by a public visibility and by weaving them with the wider texture of experience and collective memory. This essay analyse the role of this process in identifying the new configuration of the public space of the contemporary age, emphasising the specific dangers it has to face.