K. Vieweg, Corporate Identity. La fondazione logica del concetto di corporazione nella filosofia hegeliana del diritto

Autore: | Rubrica: Questioni | 688 Visite No comments

Abstract

Il concetto di “corporazione” gioca un ruolo fondamentale all’interno della Filosofia del diritto di Hegel. Grazie a esso infatti si articola la nuova dimensione della società civile, quel termine medio tra famiglia e stato che ha permesso a Hegel una analisi completamente nuova della società e dello stato moderni. La prima parte di questo articolo analizza i fondamenti logici della teoria hegeliana della società civile, evidenziando come sia impossibile ridurre quest’ultima a una analisi sociologica mettendone da parte i presupposti logico-ontologici. Nella seconda parte invece ci si concentrerà sulla nozione di “corporazione”, distinguendone le diverse forme e funzioni e mostrandone l’incidenza nel processo di formazione dell’elemento etico e dello stato.

Abstract (english)

The notion of “corporation” plays a pivotal role in Hegel’s Philosophy of Right. In fact Hegel uses it to articulate the new dimension of civil society, the middle term between family and state whose discovery (or invention) allowed Hegel a brand new analysis of modern society and state. The first part of this essay aims to analyse the logical foundation of Hegel’s theory of civil society, and to underline how it’s impossible to interpret it as a mere “sociological analysis” and to cast aside its logical-ontological basis. In the second part the focus goes to the notion of “corporation”, to the distinction of its different forms and functions, showing its incidence in the formation process of the ethical dimension and of the state.