M. Alagna, Lo sport come religione

Autore: | Rubrica: Ricerche | 137 Visite No comments

Abstract

In questo contributo si intende sostenere che lo sport incarni una forma di agonismo particolare, la cui struttura non è perfettamente congruente con quella della competizione capitalista, e che invece rappresenta la modalità in cui sono sopravvissute, metamorfizzate, alcune questioni tipicamente religiose. Nello specifico, mi concentrerò su una forma di surrogazione – la capacità dello sport di ritagliare un mondo ordinato – e due prestazioni apparentemente più eccentriche: incarnare senza risolvere due problematiche che tali rimangono, e che l’agonismo capitalista misconosce: il rapporto tra grazia e merito e quello tra il tutto e le parti.

Abstract (english)

I intend to argue that sport embodies a particular form of agonism, whose structure is not perfectly congruent with that of capitalist competition, and which represents the way in which some typically religious issues have survived. Specifically, I will focus on a form of subrogation - sport as an orderly world - and two apparently more eccentric performances: the relationship between grace and merit and that between the whole and the parts.