A. Dichio, Il principio di verifica morale dell’azione politica pubblica. Dalla post-verità alla trasparenza informativa

Autore: | Rubrica: Ricerche | 627 Visite No comments
Con l’avvento delle nuove tecnologie elettroniche il modo di fare politica è profondamente cambiato, poiché le caratteristiche di questi dispositivi hanno progressivamente invogliato i cittadini ad esercitare il proprio diritto alla partecipazione democratica. Questo ha posto le basi per la costituzione di una sfera pubblica elettronica, in grado di occuparsi…

F. Striano, Fenomenologia del cyber-stupro. Note ontologico-filosofiche sulla violenza informaticamente mediata

Autore: | Rubrica: Ricerche | 1.120 Visite No comments
In questo saggio mi propongo di indagare il fenomeno del cyber-stupro nelle sue diverse declinazioni e sfaccettature, con una certa attenzione alle implicazioni psicologiche e morali a esso connesse. Nel fare ciò mi avvarrò di alcuni esempi tratti dalla cronaca, nonché dalla letteratura accademica, partendo dalle prime testimonianze documentate, fino…

G. Vissio, Marc Bloch e le Fake News. Storia e verità all’epoca dei social network

Autore: | Rubrica: Ricerche | 1.233 Visite No comments
In questo articolo prenderò in considerazione il concetto di fausses nouvelles [false notizie] nella pratica storiografica di Marc Bloch. La sua riflessione sulla funzione del falso nel lavoro dello storico, sviluppata all’epoca della Prima Guerra Mondiale, è tutt’oggi un contributo centrale nel dibattito epistemologico della storiografia e delle scienze storiche.…

L. De Stefano, Vergogna, eremitismo digitale e dislivello cognitivo. L’antropologia di Anders nell’epoca del digital turn

Autore: | Rubrica: Ricerche | 737 Visite No comments
Il contributo intende mettere alla prova le categorie dell’ontologia dei media di Günther Anders con le nuove ICT digitali. Il digital turn ha introdotto non solo una rivoluzione nel modo di produrre, fruire e diffondere l’informazione, ma ha radicalmente modificato il modo di essere dell’uomo nel cosmo. Le nuove frontiere…

[C. Rebuffo], R. Mattera, Grillodrome. Dall’Italia videocratica all’impero del clic, Mimesis, Milano-Udine 2017, 212 pp.

Autore: | Rubrica: Recensioni | 636 Visite No comments

[N. Valenzano], E. Bencivenga, La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa, Feltrinelli, Milano 2017, 144 pp.

Autore: | Rubrica: Recensioni | 525 Visite No comments

[F. Del Bianco], E.-W. Böckenförde, Lo Stato come Stato etico, ETS, Pisa 2017, 78 pp.

Autore: | Rubrica: Recensioni | 776 Visite No comments

[J.F. Mascoli], Alain Badiou, Trump o del fascismo democratico, traduzione dal tedesco e note di Liza Candidi T.C., Meltemi, Milano 2018, 72 pp.

Autore: | Rubrica: Recensioni | 476 Visite No comments

[F. Pisano], E. Mazzarella, L’uomo che deve rimanere. La smoralizzazione del mondo, Quodlibet, Macerata 2017, 224 pp.

Autore: | Rubrica: Recensioni | 1.011 Visite No comments

 

LESSICO DI ETICA PUBBLICA – Anno VIII, Numero 2/2017 – ISSN 2039-2206 – a cura di P. Monti

P. Monti, (Non-)Violenza pubblica e giustificazione religiosa. Introduzione

J.-C. Merle, Il male in un mondo senza Dio

Autore: | Rubrica: Questioni | 678 Visite No comments
La questione del male, e in particolare dell’apparente inevitabilità del conflitto e della violenza, interroga profondamente l’uomo credente come quello non credente. Di fronte a tale sfida, il monoteismo cristiano ha sottolineato la distanza radicale fra Dio e il male, ma ha anche suggerito come in diversi modi Dio abbia…

R. Lázaro, Violenza dentro e contro la religione. La libertà religiosa nella società contemporanea

Autore: | Rubrica: Questioni | 584 Visite No comments
Non mancano gli studi sulla “violenza religiosa”. Tuttavia, la violenza non è di per sé religiosa se non in quanto umana; di conseguenza, può essere sofferta o esercitata in diversi ambiti della condotta umana, inclusa anche quella religiosa, ma non esclusivamente in essa. La violenza non è monopolio della religione:…

P.-J. Luizard, Lo Stato islamico alla conquista del mondo

Autore: | Rubrica: Questioni | 625 Visite No comments
La repentina avanzata e la successiva sorprendente resistenza dello Stato islamico ha messo in evidenza la debolezza degli stati della regione e, più in generale, ha mostrato l’esistenza di un terreno favorevole alla radicalizzazione jihadista. Osservando da vicino la storia recente dell’Iraq, emerge con evidenza l’incapacità dell’autorità politica a offrire…

I. Biano, Rappresentazioni del ruolo delle religioni nella giustificazione e nella risoluzione dei conflitti locali e globali: una riflessione tra Jürgen Habermas e Ulrich Beck

Autore: | Rubrica: Questioni | 1.028 Visite No comments
Ragionare sui temi religione/violenza/pace significa interrogarsi anzitutto su quale legame si presuppone sussista tra i termini e attraverso quali lenti si scelga di osservarli. Alcuni autori considerano il fenomeno della violenza religiosa come fenomeno intrinsecamente legato alle religioni stesse. Altri criticano il fatto che si possa istituire un nesso diretto…

P. Formichetti, Il Dio unico. Fonte di violenza o capro espiatorio?

Autore: | Rubrica: Ricerche | 699 Visite No comments
È opinione diffusa oggi, tra gli intellettuali (Moore jr., Berlin) e tra la gente comune, che le religioni monoteistiche siano di per sé intolleranti e producano l’imposizione violenta e la persecuzione dei dissenzienti. La storia del monoteismo giudaico- cristiano sembrerebbe confermarlo, ma in realtà le violenze si devono alle persone…

G.M. Arrigo, Violenza magica. Eric Voegelin e il salafismo-jihadismo

Autore: | Rubrica: Ricerche | 1.076 Visite No comments
La riflessione filosofica di Eric Voegelin sembra possedere una certa forza teorica per far fronte speculativamente alla metanarrazione islamista, specialmente nella versione del salafismo-jihadismo di marca qaedista e pseudo-califfale. Il concetto di religione politica sviluppato da Voegelin nella giovinezza, già applicato all’islamismo da diversi pensatori, risulta però inadeguato, essendo stato…

M. Gimondo, Tra non-violenza e disobbedienza: La Boétie, Thoreau e King

Autore: | Rubrica: Ricerche | 779 Visite No comments
Con il presente contributo mi propongo di riflettere sulle affinità tra non-violenza e disobbedienza. Nella prima parte dello scritto, a partire da alcune considerazioni di Hannah Arendt, Mark Kurlansky e Max Weber, rivolgo l’attenzione sulla prospettiva non-violenta, argomentando in favore di una sua differenziazione rispetto a quella pacifista. Nella seconda…