R. Rossi, Tra storia e ragione. Usi e abusi narrativi della Resistenza nel dibattito pubblico

Autore: | Rubrica: Ricerche | 172 Visite No comments

Abstract

Il rapporto tra storia e discorso pubblico è un tema d’origine antica. Tuttavia, il saggio analizzerà un caso di studi attuale. Saranno infatti considerati alcuni usi narrativi dell’episodio della Resistenza nel dibattito pubblico italiano. L’analisi sarà inserita in un quadro normativo in grado di valutare le strutture narrative sia come “forme ragionevoli d’argomentazione” sia come “strumenti di abuso retorico”. Nel dettaglio, lo studio farà ricorso ai dispositivi narrativi del “grand récit” lyotardiano e della “tradizione morale” macintyreana. Obiettivo dell’analisi è mostrare come una maggior consapevolezza dei nessi tra verità storica, strumenti narrativi e le loro implicazioni morali possa rendere più razionale la discussione pubblica.

Abstract (english)

The relationship between history and public discourse is a topic with ancient origins. However, in this paper I will analyze a contemporary case of studies. So, I will considerer some narratives of the historical episode of Italian Resistance employed in the current politic debate. I will develop this analysis within a normative framework to evaluate the narrative structures in two ways: narratives as “reasonable argumentations” and narratives as “instruments to make rhetorical abuses”. In detail, I will resort to the narrative devices of Lyotardian “grand récit” and Macintyrean “moral tradition”. My aim is to show how a better knowledge of the relation between historical truth, narrative tools and their respective moral implications can make our public discussion more rational.